Conclusione Evento Bullismo

Conclusione Evento Bullismo

Ieri 23 Febbraio 2018 si è concluso l’evento sul bullismo… un evento molto sentito dalla nostra associazione che ha voluto mettere in evidenza, ancora una volta, questa problematica di cui spesso si “ignora” la gravità dando per scontato che non possa coinvolgere la nostra piccola comunità o meglio il proprio figlio.

La prima serata con Vincenzo Vetere, presidente di ACBS, e il capitano dei carabinieri di Treviglio Davide Papasodaro, ha fatto emergere la figura tipo del bullo e della vittima sottolineando come episodi di bullismo accadano con una facilità impressionante e quanto si sia abbassata la soglia d’età tanto da spingere le scuole e le altre istituzioni, come le forze dell’ordine, ad affrontare la problematica già alle elementari.

Il momento che ha donato maggiori soddisfazioni è, senza ombra di dubbio, la mattinata del 10 febbraio quando i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado si sono potuti confrontare con i relatori della prima serata: la capacità di Vincenzo Vetere di rapportarsi a loro alla pari e l’autorità trasmessa, anche solo attraverso la divisa indossata, dal capitano Papasodaro hanno sortito il loro effetto. I ragazzi, educatissimi, hanno collaborato attivamente e hanno commosso i presenti quando, al termine, sono scesi ad abbracciare Vincenzo e i suoi genitori presenti in sala.

Venerdì 16 febbraio il prof. Magnanensi ha dimostrato ai presenti quanto la famiglia e la scuola siano importanti per la formazione dei ragazzi, quanto il bullo come la vittima abbiano delle affinità comuni legate all’origine che spesso trova le sue radici a casa o a scuola… vigilare, ascoltare, dialogare, ma soprattutto un ritorno ai ruoli perchè siano l’esempio giusto da seguire dando la certezze che spesso vengono meno ai ragazzi.

Sabato 17 febbraio la serata teatrale ad opera dell’Associazione il Viandante di Osio Sopra, presso l’oratorio San Filippo Neri, ha regalato tante sorprese… un guasto tecnico ha portato i ragazzi e gli attori a dover recitare in un contesto modificato ma la bravura di tutti ha permesso di donare ai presenti una rappresentazione magnifica… bravissimi tutti soprattutto i ragazzi delle scuole di Romano di Lombardia! Complimenti!

Per concludere la serata in collaborazione con le scuole secondarie di primo grado e Solidalia: i relatori (la prof.ssa Ravelli, il prof. Piccirillo e la dott.ssa Soli) ci hanno dimostrato come la tecnologia, strumento che potrebbe essere usato come crescita, in realtà spesso venga usato dai ragazzi nel modo sbagliato. La scuola un passo avanti lo ha fatto inserendola nei suoi programmi ma anche le famiglie devono fare altrettanto … iniziare a conoscerla meglio per poter guidare i propri figli in questo mondo pericoloso senza dimenticare l’importanza di mantenere vivo il dialogo perchè i nostri ragazzi ne hanno tanto tanto bisogno.

Vogliamo ringraziare tutti: relatori, patrocinatori, istituti comprensivi nella figura dei ragazzi ma anche delle dirigenti e degli insegnanti, la parrocchia di Romano di Lombardia in particolare Don Simone ma soprattutto i genitori che hanno creduto in noi e in questo progetto… grazie di cuore a tutti!!!

Please follow and like us:
Add Your Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *